Xavi e il sogno: allenare il Barcellona



E’ stato uno dei migliori centrocampisti degli ultimi anni a livello mondiale e in molti dicono che abbia raccolto l’eredità di Pep Guardiola al Campo Nou. Quello che è certo è che Xavi abbia già chiaro cosa ci sia, nel suo futuro, dopo l’addio al calcio giocato: vorrei allenare il Barcellona, ha ammesso il trentaquattrenne giocatore dei blaugrana.

Xavi: il ritiro è vicino

Prima di parlare del proprio futuro da allenatore Xavi ha ammesso come i giorni da calciatore rimasti da giocare siano davvero pochi. A spingerlo sempre più vicino al ritiro soprattutto una componente fisica. Il calo fisiologico delle prestazioni è avvertito dallo stesso calciatore che si rende conto di non riuscire più a recuperare in tempo come qualche anno fa.

Con i ritmi forsennati del calcio moderno mantenere il passo è difficile: è per questo che il giocatore spagnolo potrebbe lasciare già al termine della prossima stagione sperando di poter mettere in cassaforte qualche altro trofeo (dopo i 7 scudetti e le 3 Champions League già conquistate).

“Io come Guardiola? Lo spero.”

In molti si chiedono se Xavi voglia ripercorrere le gesta del suo predecessore Guardiola, prima giocatore e poi allenatore di una delle squadre più forte del mondo. “Spero di avere l’occasione di allenare il Barcellona, a casa mia” ha ribadito in conferenza stampa l’attuale centrocampista della squadra della Catalogna.

D’altronde sarebbe difficile immaginarlo altrove, lui che dal 1991 ha vestito solo questa maglia. Xavi ha ammesso che, come calciatore, il paragone con Guardiola è stato pesante per la sua carriera perché le aspettative erano davvero alte su di lui. In campo è riuscito a non far rimpiangere il suo predecessore: chissà che non possa riuscirci anche in panchina.

Clicca qui per scommettere sulle partite di calcio con un bonus fino a 100 EURO!

Be the first to comment on "Xavi e il sogno: allenare il Barcellona"

Leave a comment

Your email address will not be published.




Il gioco è Vietato Ai Minori Di Anni 18
Può Causare Dipendenza